Consiglio Nazionale. Un Ente verso il futuro

·7 minuto per la lettura

Un'organizzazione in salute e i numeri stanno lì a dimostrarlo, che guarda al futuro e per farlo vuole vedere anche al proprio interno valorizzando ciò che ha portato l’ASI a essere dov’è, modernizzando la macchina pur mantenendo tradizione e valori del tutto distinguibili evocati più volte, nel corso degli interventi, con anche la definizione più utilizzata, quello di ‘una grande famiglia’.

Tutto questo, nel 2° Consiglio Nazionale ASI del quadriennio 2021-2024, il primo, in presenza, dopo molti mesi. Si è tenuto oggi, presso il BV OLY Hotel a Roma. Appuntamento con un ordine del giorno particolarmente denso di momenti tutti importanti.

Il richiamo alla storia

È Giuseppe Scianò, a capo del Consiglio Nazionale dalla sua nascita, a prendere la parola: “Con questo, sono 70 Comitati e Consigli Nazionali che vivo in prima persona. Assistendo a una crescita costante del sodalizio. I numeri sono importanti ma noi non siamo solo numeri! Siamo nati nel 1994. Eravamo 50 a 60 persone animate da principi, cocciutaggine, coerenza, fedeltà. Che abbiamo saputo portare avanti negli anni senza piegarci al tempo e all’appiattimento generalizzato dei valori. Sempre facendoci trovare pronti ai cambiamenti: per questo bagaglio di conoscenze e fondamenti, per la voglia di crescere che sempre ci anima, sappiamo oggi arrivare preparati alle sfide. Anche quella del Terzo Settore ne è un chiaro esempio”.

Il saluto di Gianni Alemanno durante il discorso del Presidente Barbaro

Le parole di Scianò sul Terzo Settore portano veloce il pensiero a Gianni Alemanno, assolto dal reato di corruzione nel processo cosiddetto di 'Mafia Capitale'. Scianò cita le parole stesse di Alemanno che, anche in questi anni difficili è stato il piede perno delle attività di ASI proprio sul Terzo Settore: “Gianni ha detto di aver trovato nell’ASI gli stimoli, la forza e la fiducia che in altri ambienti gli sono stati negati. Ecco per noi questo è un grande orgoglio”.

È proprio Alemanno a intervenire telefonicamente mentre la parola è al nostro Presidente Claudio Barbaro. L’ex Ministro viene salutato da un grande e sentito applauso e lui non manca di confermare questo legame con il nostro Ente: “ASI mi ha accolto nei momenti più difficili e permesso di svolgere un ruolo importante quando molti mi hanno voltato le spalle. Abbiate cura di voi. Siete un gioiello e avete il dovere di preservare una grande realtà con tutto il carico dei suoi valori”.

Continua Barbaro, non senza un filo di emozione per questo sentito Consiglio Nazionale. E sottolinea l’importanza di preservare un patrimonio anche quando arriverà il momento, a fine mandato (che, ricordiamo, sarà l’ultimo per lui) di passare il testimone. Proprio per garantire la continuità ideale, per continuare nel processo di crescita, per non perdere per strada anche un patrimonio di valori, Barbaro ha sottolineato l’importanza - persino ora che i numeri legati all’Ente sono trionfalistici - di fare ‘un tagliando’. Di entrare nelle pieghe dei problemi, inevitabili per una associazione che conta più di un milione di associati, 132 Comitati periferici e oltre 70 Settori. Si proseguirà in questa direzione.

Il Bilancio Sociale

Nell'ambito dell'attività di ASI rivolta fortemente anche al Terzo Settore, è stato presentato un bilancio articolato e discorsivo che avrà come focus temi etici, morali e assistenziali. L'attività dell'Ente in questa direzione sarà, dunque, approfondita.

Uno strumento, quello del Bilancio Sociale, che approda con veemenza sul pianeta ASI. Uno strumento di informazione e trasparenza al quale un colosso sociale oltre che sportivo come ASI non poteva più sottrarsi dal redigere. Un documento che diventerà la “bussola “ dell’Ente per mettere a disposizione degli associati, dei cittadini, delle pubbliche amministrazioni e degli operatori interessati tutte le informazioni circa le attività svolte e i risultati sociali conseguiti dall’Ente nell’anno di esercizio.

La relazione di questo bilancio, illustrato dal Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti Paola Scialanga, ha visto la luce grazie a un gruppo di lavoro che ha fatto capo ad Alessia Pennesi, Segretario Amministrativo di ASI, del Direttore Generale Alberto Ceccarelli, del Responsabile Marketing Achille Sette e, con loro, di Giulio Ciccarelli, Cinzia Moretti, Giovanni e Matteo Esposito per la Creative Manamegent Association che ha curato la redazione. (APPROFONDIMENTO IN UN SUCCESSIVO ARTICOLO)

Numeri che testimoniano la crescita…

Ad illustrare un documento sullo stato di salute dell’Ente è il neo-Direttore Generale Alberto Ceccarelli.

Spiega, statistiche alla mano, come il mercato totale degli EPS dal 2013 al 2020 sia cresciuto complessivamente del 13,2%. Nello stesso periodo di riferimento, ASI è cresciuta a una velocità superiore a quella del mercato di circa 4 volte; pari al 61% passando da una quota di mercato del 8% nel 2013 al 12% nel 2020 diventando il secondo EPS per dimensione. ASI nel 2013 era il 6° EPS; nel 2020 scala 4 posizioni diventando il 2° EPS dopo lo CSEN.

Un dato importante evidenziato dall’analisi del Direttore Generale riguarda la virtù del territorio: Tra il 2017 ed il 2020 quasi tutte le Regioni hanno contribuito alla crescita dell’Ente. Dato altrettanto importante: ASI deve la sua crescita allo sviluppo contemporaneo di Comitati e Settori. Nel mix i settori conquistano il 25% del peso sulle affiliazioni ed il 20% sui tesseramenti; nonostante questo i Comitati hanno mantenuto un peso predominante nel mix sia di affiliazione che di tesseramento.

Annunciata anche la direzione che l’Ente potrà prendere nel prossimo futuro. Tra gli obiettivi, quello di aumentare l'offerta sportiva per il 2022; un focus sui Settori con obiettivo di riportare gli stessi a un ruolo anche di servizio a beneficio del territorio attraverso un’offerta chiara e competitiva. Gli uffici si impegneranno anche nel campo della formazione; per migliorare ulteriormente il prodotto assicurativo per il 2022; per rinforzare il sistema gestionale interno ad ASI con l’obiettivo di aumentare il tasso di digitalizzazione dell’Ente stesso. Tra le prossime iniziative anche quelle di un profondo restyling del sito internet. (APPROFONDIMENTO IN UN SUCCESSIVO ARTICOLO)

…E numeri che raccontano l’impegno verso il territorio

Il Vicepresidente Vicario di ASI, Bruno Campanile continua con i numeri. Ma d’altro tipo. Quelli che mostrano l’impegno di ASI verso lo sport e il proprio territorio.

L’ASI, per far fronte all’emergenza Covid, ha attivato una serie di misure a sostegno dei propri Comitati, delle società affiliate e dei tesserati.

“Si è partiti da un contributo straordinario alla periferia ASI per un totale di 100mila euro”, ha spiegato Campanile.

E poi, un Voucher sport, messo a disposizione da Sport e Salute (157.585,00) per favorire la partecipazione dei tesserati ASI in condizioni di disagio alle attività sportive organizzate dalle Asd/Ssd affiliate.

Stessa somma messa a disposizione alla voce contributi alle Asd/Ssd affiliate ASI per le spese sostenute per l’adeguamento alle misure di sicurezza anti Covid.

Grazie al progetto “1000 ce la fanno”, è stato predisposto un voucher sport (valore complessivo 200mila euro) per favorire la partecipazione dei tesserati ASI in condizioni di disagio alle attività sportive organizzate dalle Asd/Ssd affiliate ASI.

Con il progetto, invece, del Dipartimento Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri (‘Basi per la ripartenza’, 400mila euro) è stata finanziata la promozione di attività sportive presso scuole di ogni ordine e grado rivolto a tesserati ASI di età scolare e agli over 65 in condizioni di fragilità economica. (APPROFONDIMENTO IN UN SUCCESSIVO ARTICOLO)

Eletti i due Vicepresidenti: Agliano e Cipolletti

Nel corso del CN, sono stati eletti anche i due Vicepresidenti del Consiglio Nazionale. Uno in rappresentanza della lista dei componenti eletti, Giuseppe Agliano e l’altro dei Comitati e Settori, Roberto Cipolletti che ha sottolineato come “Di progettualità si era parlato con gli altri candidati la sera precedente”, a sottolineare la cavalleria e la voglia di un contributo unitario. “Esaurito il passaggio elettorale si lavorerà ora tutti insieme. Sono grato della fiducia che ripagherò con l’impegno di sempre”.

Anche Agliano, confermato nel ruolo, ha dato risalto all’unità di intenti dichiarando con soddisfazione come “tanti anni di lavoro nell’Ente continuano a significare qualcosa. L’elezione di oggi, nel segno della continuità, ne è la dimostrazione. Accresce anche il senso di responsabilità”.

Leggi la news sul sito Asi

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli