Consiglio Ue approva l’accordo Ue-Regno Unito sulla pesca

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 11 giu. (askanews) - Il Consiglio Europeo ha approvato oggi l'accordo tra l'Unione europea e il Regno Unito sulle possibilità di pesca per il 2021 e, per gli stock di acque profonde, per il 2021 e il 2022. Questo accordo è il risultato di diverse consultazioni tra l'UE e il Regno Unito avvenute negli ultimi cinque mesi. Tra le altre disposizioni, l'accordo stabilisce il totale ammissibile di catture (TAC) per 75 stock ittici condivisi e una serie di stock di acque profonde e fornisce chiarezza sui limiti di accesso per le specie fuori quota.

L'accordo, si legge in una nota, garantisce stabilità ai pescatori e alle donne sia nel Regno Unito che nell'UE, garantendo al contempo una gestione sostenibile delle risorse marine. Inoltre, è in linea con i principi sociali, ambientali ed economici della politica comune della pesca, fornisce la certezza necessaria all'industria della pesca e apre la strada a future consultazioni con il Regno Unito sui diritti di pesca.

"Questo accordo rappresenta una pietra miliare nelle relazioni UE-Regno Unito e costituisce un forte precedente per i futuri negoziati con il Regno Unito sulle opportunità di pesca. Fornisce chiarezza e stabilità ai pescatori e alle donne, garantendo al contempo che le risorse marine continueranno a essere utilizzate in modo sostenibile", commenta Ricardo Serrão Santos, ministro portoghese del mare.

Dopo l'approvazione del Consiglio, l'accordo sarà ora recepito nella legislazione dell'UE. In linea con l'accordo commerciale e di cooperazione UE-Regno Unito (TCA), sarà anche istituito un comitato specializzato sulla pesca per finalizzare alcune delle questioni in sospeso, compresi gli scambi di quote e alcune misure tecniche.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli