##Consiglio Ue, inizia percorso per accordo su sbarchi migranti -5-

Loc

Lussemburgo, 8 ott. (askanews) - "Quello che stiamo cercando di ottenere dall'Europa, e su questo c'è condivisione - ha aggiunto Lamorgese -, è che le procedure di rimpatrio vengano veramente verificate con un accordo a livello Ue, perché così ogni Stato è più forte".

A chi chiedeva se dell'accordo di Malta si tornerà a parlare alla riunione ministeriale di novembre e al Consiglio europeo di dicembre, il ministro ha replicato che, pur non essendo in agenda "faremo di tutto perché se ne parli, perché è nostro interesse, abbiamo fatto un percorso che vorremmo vedere chiuso; saranno sette, otto, 10, 12 paesi, non lo sappiamo, ma vogliamo arrivare a una conclusione". Entro dicembre, quindi? "Io spero di sí", ha risposto Lamorgese.

Alcuni paesi membri (Bulgaria, Cipro, Grecia) hanno chiesto oggi in un documento comune di non focalizzare l'attenzione solo sul Mediterraneo centrale, sottolineando che ci sono "segnali allarmanti di una crisi emergente", la seconda, dopo quella del 2015-2016, nel Mediterraneo orientale. Fra il 19 agosto e il primo settembre sulle tre rotte migratorie (Occidentale-atlantica, centrale e orientale) ci sono stati rispettivamente 1.133, 1.369 e 4.879 arrivi, e ancora dal 2 al 9 settembre rispettivamente altri 736, 480 e 2.707 arrivi.

(Segue)