Consip, gup: su Scafarto e Sessa accuse prive di dignità logica

Nav

Roma, 3 ott. (askanews) - "L'assunto accusatorio di fondo è risultato privo di dignità logica oltre che tecnico-giuridica e deve dunque pronunciarsi sentenza di proscioglimento non essendo formulabile un giudizio positivo in ordine ad una metamorfosi degli elementi in atti in sede dibattimentale". Così scrive il gup Clementina Forleo in un passo della sua sentenza che ha fatto cadere le accuse per gli ufficiali dell'Arma, Gianpaolo Scafarto e Alessandro Sessa rispetto all'inchiesta Consip. Per questa vicenda, invece, sono state mandate a giudizio 5 persone, tra cui l'ex sottosegretario Luca Lotti e l'ex comandante generale dell'Arma, Tullio Del Sette.