Consob, in 2020 tornano a salire sanzioni pecuniarie a circa 13 milioni euro

·1 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - Torna a salire il controvalore delle sanzioni irrogate dalla Consob nel 2020 dopo che il sensibile decremento dell'anno precedente a causa di alcune modifiche della normativa di riferimento.

Dalla relazione annuale della Commissione emerge che nel 2020 le sanzioni pecuniarie sono state pari a circa 13 milioni di euro (10,4 milioni nel 2019), per un totale di 103 soggetti sanzionati rispetto agli 88 dell'anno precedente, ma ben sotto i 418 del 2018 (22,2 milioni).

Il numero di soggetti sanzionati sale a 127 se si tiene conto anche di 13 soggetti sanzionati per prestazione non autorizzata di servizi e attività di investimento e abusiva offerta fuori sede, di cinque enti responsabili in solido con gli autori delle violazioni in materia di abusi di mercato e di sei soggetti sanzionati in sede di prima applicazione delle citate norme eurounitarie, spiega la Commissione.

Nel documento, Consob chiarisce che i dati includono i provvedimenti cautelari nei confronti dei consulenti finanziari abilitati all'offerta fuori sede fino al 30 novembre 2018, data in cui le relative competenze sono state trasferite in capo all'organismo di vigilanza.

"Nel corso dell'anno le sanzioni interdittive accessorie sono state pari a 502 mesi, mentre il controvalore dei beni oggetto di confisca è stato pari a circa 1,1 milioni di euro", si legge nella relazione.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli