Consulta: da marzo 2020 a dicembre, la Corte in pandemia (3)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – “La piena attuazione della Costituzione richiede un impegno corale, con l’attiva, leale collaborazione di tutte le Istituzioni, compresi Parlamento, Governo, Regioni, Giudici. Questa cooperazione è anche la chiave per affrontare l’emergenza. La Costituzione, infatti, non contempla un diritto speciale per i tempi eccezionali, e ciò per una scelta consapevole, ma offre la bussola anche per “navigare per l’alto mare aperto” nei tempi di crisi, a cominciare proprio dalla leale collaborazione fra le Istituzioni, che è la proiezione istituzionale della solidarietà tra i cittadini”. Questo uno dei passaggi della Relazione della Presidente Marta Cartabia che per “recuperare” il tradizionale confronto con i media, incontra, con modalità da remoto, la Stampa estera. Ed è la prima volta che accade.

Giugno: il 9 giugno la Corte riapre le porte del Palazzo al pubblico − seppure contingentato a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria − per seguire le udienze che si svolgono anche con collegamenti da remoto. È un primo, importante, segnale di recupero della normalità, anche se bisognerà attendere un mese (il 7 luglio) per tornare alle udienze in presenza fisica. In questa transizione verso la (nuova) normalità, il 2 giugno nasce La Libreria dei Podcast della Corte costituzionale, un’iniziativa senza precedenti (anche in ambito istituzionale) voluta dalla Corte per tenere vivo quel legame tra il “dentro” e il “fuori” ben rappresentato dai Viaggi in Italia (nelle scuole, nelle carceri e nella cittadinanza) bruscamente interrotti dalla pandemia.

Già sperimentato per la Relazione annuale della Presidente Cartabia, il podcast diventa lo strumento per continuare a promuovere la cultura costituzionale. La data di nascita della Libreria − il 2 giugno, festa della Repubblica − è fortemente simbolica perché il nuovo progetto punta a diffondere e consolidare il sentimento di appartenenza alla res publica, intesa come comunità di donne, uomini e istituzioni impegnati a dare attuazione ai valori costituzionali, posti alla radice della nostra vita comune. Il primo podcast è dedicato proprio alla Repubblica e porta la firma della Presidente Cartabia.