Consulta: da marzo 2020 a dicembre, la Corte in pandemia (5)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Subentrano Angelo Buscema, eletto dalla Corte dei conti, ed Emanuela Navarretta, nominata dal Capo dello Stato. Entrambi giurano il 15 settembre e partecipano, il giorno successivo, all’elezione del nuovo Presidente. Il collegio, a maggioranza, sceglie come Presidente − in applicazione del tradizionale criterio di anzianità di servizio − Mario Morelli, che nomina come Vice Giancarlo Coraggio e Giuliano Amato, e che rimarrà in carica fino al 12 dicembre.

Ottobre: la Scuola è in grande difficoltà a causa del virus e così anche la Corte accetta di contribuire all’istruzione dei giovani attraverso una serie di lezioni in Tv sulla Costituzione, organizzate da Rai Scuola. Ecco allora il Presidente Morelli spiegare agli studenti “I tre pilastri della Costituzione: uguaglianza, solidarietà e dignità”, seguito dal giudice Luca Antonini sul tema dei “Diritti e doveri” e dal giudice Francesco Viganò che spiega a che cosa serve la Corte costituzionale.

Ma istruzione e cultura si giovano anche di altri approfondimenti offerti dalla Corte attraverso i podcast della sua Libreria: in questi mesi, Augusto Barbera racconta la nascita della Corte, Franco Modugno la prima sentenza, Giulio Prosperetti il percorso per rivolgersi alla Consulta, Giuliano Amato spiega il difficile rapporto Corte-Parlamento sui cosiddetti “temi sensibili” mentre a Silvana Sciarra il compito di accendere un faro sul lavoro e a Luca Antonini sul mondo del no profit.

Dicembre: Giancarlo Coraggio è eletto Presidente. Il voto slitta di qualche giorno a causa del ritardo della Cassazione nell’elezione del giudice da mandare alla Consulta in sostituzione di Mario Morelli. Dalle urne del Palazzaccio esce il nome di Maria Rosaria San Giorgio, prima donna eletta dalla Cassazione, che giura al Quirinale il 17 dicembre. Con lei salgono a quattro le donne giudici della Corte costituzionale, mai così tante dalla sua nascita.