Mattarella concede tempo per trattare fino a martedì

HuffPost

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella concede ai partiti i tempi supplementari. Avranno tempo fino a martedì per esplorare la possibilità di formare un governo capace di ottenere la fiducia in Parlamento “in base ad accordi politici su un programma per governare il Paese”. Il capo dello Stato ha fissato nuove consultazioni per martedì prossimo.

“Nel corso delle consultazioni appena concluse mi è stato comunicato da parte di alcuni partiti politici che sono state avviate iniziative per un’intesa, in Parlamento, per un nuovo governo e mi è stata avanzata la richiesta di avere il tempo di sviluppare questo confronto”. Non solo. “Anche da parte di altre forze politiche - aggiunge Mattarella - è stata rappresentata la possibilità di ulteriori verifiche”.

Servono “decisioni chiare e sollecite”. “Svolgerò nuove consultazioni che inizieranno nella giornata di martedì prossimo per trarre le conclusioni e assumere le decisioni necessarie”. 

″È possibile solo un governo che ottiene la fiducia del Parlamento in base ad accordi politici su un programma per governare il paese. In mancanza di queste condizioni la strada è quella di nuove elezioni”. Quella delle elezioni è una “strada da non assumere alla leggera dopo solo un anno di legislatura”. Questo si renderà “necessario qualora il Parlamento non sia in grado di esprimere una maggioranza di governo”.

 

 

DI MAIO: “NON LASCIAMO AFFONDARE LA NAVE”. MA NON NOMINA NÈ PD NÈ LEGA

“Sono in corso delle interlocuzioni per costituire una maggioranza solida”. Lo afferma il leader del M5S Luigi Di Maio al termine delle consultazioni con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, senza mai nominare né il Pd né la Lega. Più tardi l’assemblea dei gruppi M5S dà mandato per acclamazione al capo politico e ai capigruppo Stefano Patuanelli e Francesco D’Uva a incontrare la delegazione del Pd. Punto di partenza: il taglio dei parlamentari.

“Noi non lasciamo la...

Continua a leggere su HuffPost