Consumo responsabile, Asvis lancia i Saturdays for Future

webinfo@adnkronos.com

Saturdays for Future: ovvero far diventare il sabato, quando gran parte delle persone fa la spesa settimanale, il giorno della sensibilizzazione e dell’impegno per la produzione e il consumo responsabili a favore dello sviluppo sostenibile. 

Con quest’obiettivo, l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (Asvis) lancia il sito www.saturdaysforfuture.it e invita a cambiare le abitudini di spesa e a proporre iniziative in vista della mobilitazione nazionale che si terrà il 28 settembre per dare concretezza al Goal 12 dell’Agenda 2030 ('Consumo e produzione responsabili').  

L’idea dei Saturdays for Future, per rendere il sabato il giorno della responsabilità per ciò che si acquista e si produce, è stata lanciata il 5 giugno dal portavoce dell’Asvis Enrico Giovannini e dal presidente del comitato scientifico di NeXt Leonardo Becchetti. Prendendo spunto dalla mobilitazione globale sul clima ‘Fridays for Future’, l’iniziativa invita "tutte e tutti a cambiare le abitudini di spesa, rendendo concreto l’impegno per la sostenibilità dello sviluppo".  

"Consumare in modo consapevole e responsabile significa, in primo luogo, evitare lo spreco, ridurre al minimo i rifiuti, riciclare e scegliere in modo responsabile i prodotti che si acquistano, guardando alla sostenibilità del nostro modello di sviluppo - dichiara il portavoce dell’Asvis Enrico Giovannini - Il cambio di abitudini potrà innescare un processo virtuoso, incidere positivamente sui modelli di produzione e rendere le aziende più responsabili e più sostenibili, non solo sul piano ambientale ma anche su quello sociale, in primo luogo verso i propri dipendenti".  

L’Asvis si rivolge in particolare: a consumatrici e consumatori, soprattutto ai giovani; alle oltre 230 organizzazioni aderenti all’Asvis; ai docenti; alle associazioni imprenditoriali e ai sindacati; alle imprese produttrici di beni e servizi; alle imprese della Grande Distribuzione Organizzata (Gdo) e alle Botteghe del commercio equo e solidale; ai media.  

Per la diffusione di comportamenti di consumo e produzione responsabili, l’ASviS invita a: partecipare al sondaggio online e indicare le priorità di produzione e consumo responsabili sulle quali si ritiene necessario un maggiore impegno da parte di tutte e tutti; organizzare eventi o iniziative specifiche dedicate alla promozione di modelli responsabili di produzione e consumo; partecipare alla campagna di sensibilizzazione social con l’hashtag #SaturdaysforFuture.