Conte accusa Salvini sui simboli religiosi: il ministro bacia rosario

salvini bacia rosario

A metà del suo discorso, Giuseppe Conte ha accusato Salvini di ostentare i simboli religiosi durante i comizi in maniera inopportuna per un politico. Matteo Salvini in risposta alla provocazione ha baciato il rosario mentre il premier continuava a parlare. Poi il tema dei simboli religiosi è diventato uno dei punti chiave nel dibattito sulla crisi di governo al Senato.

VIDEO - Il Vangelo in Parlamento

Le parole di Conte

Dopo aver accusato Matteo Salvini di irresponsabilità istituzionale e di voler tornare al voto per un “puro tornaconto elettorale”, Giuseppe Conte decide di fargli una pesante critica. Con il tono della voce abbassato e le spalle girate verso il suo vice, il premier gli rivolge queste parole: “Chi ha compiti di responsabilità istituzionale dovrebbe evitare durante i comizi di accostare agli slogan politici i simboli religiosi”. A quel punto Giuseppe Conte si interrompe qualche secondo e Salvini ne approfitta per innescare la sua reazione. Rivolge lo sguardo verso i banchi leghisti, allarga prima le braccia e poi mette una mano in tasca da cui tira fuori un crocefisso. Bacia il simbolo e poco dopo Conte riprenda il suo attacco: “Matteo, nella mia valutazione questi comportamenti sono episodi di incoscienza religiosa. Che rischiano di offendere il sentimento dei credenti e nello stesso tempo di oscurare il principio di laicità, tratto fondamentale dello Stato moderno”. Conte è fervente cattolico, fortemente devoto a Padre Pio: non ha mai cercato di nascondere la sua fede.

VIDEO - Salvini: “Voto via maestra”

La risposta di Salvini

Dopo il discorso di Conte, è subito intervenuto Salvini, che ha avuto modo di rispondere all’attacco sui simboli religiosi: “Lei fa un torto al popolo italiano se pensa che voti in base ad un rosario. Gli italiani votano con la testa e con il cuore, e sono orgoglioso di rivendicare il fatto che credo. E non ho mai chiesto per me la protezione, ma per il popolo italiano la protezione del cuore immacolato la protezione del cuore immacolato di Maria la chiedo e non me ne vergogno”. A conclusione del suo intervento, il Ministro dell’Interno ha di nuovo baciato un rosario, tirato fuori dalla tasca della giacca. Durante il suo discorso Salvini è stato rimproverato dalla presidente Elisabetta Casellati. Ci sono state anche proteste dei senatori del Partito democratico. Infatti è vietato esibire simboli religiosi in Aula.