Conte bis, Giuseppe Sala svela l’obiettivo del Pd

conte bis giuseppe sala

Il sindaco di Milano, nel corso di un’intervista al Corriere della Sera, avrebbe svelato il vero obiettivo dell’operazione politica che più ha fatto discutere in queste ultime settimane, ovvero l’accordo tra Movimento 5 Stelle e Partito Democratico. In molti hanno infatti voluto sottolineare che l’alleanza tra i Dem e i grillini non è ciò che gli italiani hanno votato e non è dunque espressione della democrazia, motivo per il quale era necessario andare al voto. Al termine delle consultazioni, però, l’incarico è stato conferito a Giuseppe Conte, il quale sta ora mediando tra le due forze politiche per arrivare alla formazione del nuovo esecutivo. La spiegazione di Beppe Sala è chiara.

Conte bis, il pensiero di Giuseppe Sala

Il governo M5s-Pd? Mi auguro duri il tempo necessario a eleggere il prossimo Presidente della Repubblica” così Giuseppe Sala ha commentato la formazione del nuovo esecutivo giallorosso, svelando così uno dei tanto motivi per cui tanto si è voluti arrivare all’accordo tra le due forze politiche. Al contempo, però, il primo cittadino di Milano si è detto “disorientato da certi atteggiamenti“, i quali gli sembrano “più la difesa di situazioni personali che atti politici“.

“Una nuova stagione riformista”

Giuseppe Sala ha poi proseguito dando un suo personale consiglio a coloro i quali saranno direttamente coinvolti nel nuovo governo, il Conte bis appunto. “Il mio suggerimento al Pd è di tenere i nervi saldi ma fissare una linea oltre la quale non si può andare. Nessuno di noi si augura che il governo nasca solo per bloccare l’Iva e fare la finanziaria, ma per dare il via a una stagione riformista” ha sottolineato Sala. “Vorrei – ha proseguito – che si profilasse una nuova stagione municipalista supportata da una nuova agenda urbana. Negli ultimi anni i Comuni hanno fatto meglio dei governi che si sono succeduti“.