Conte: cattolicesimo democratico patrimonio nostra politica

Psc/Ral

Avellino, 14 ott. (askanews) - "Il patrimonio di idee e di valori, che la tradizione politica del cattolicesimo democratico ha elaborato nel XX secolo, rappresenta certamente una risorsa etico-politica alla quale potere attingere, anche muovendo da prospettive differenti, con lo scopo di individuare i percorsi più efficaci per realizzare il bene comune". È questo un passaggio del premier Giuseppe Conte, nel corso della sua lectio magistralis sul contributo dei cattolici nell'Assemblea Costituente pronunciato ad Avellino in occasione della cerimonia in onore dell'ex ministro e parlamentare Fiorentino Sullo.

"Certamente il nuovo Umanesimo, al quale è ispirata la mia azione politica e che alimenta il mio impegno al servizio del Paese trae - ha proseguito Conte - nutrimento da quel patrimonio di valori che merita di essere attualizzato e vivificato, per i tratti di sorprendente modernità che vi si scorgono e, soprattutto, per la sua capacità di offrire risposte ai bisogni più profondi dell'uomo contemporaneo, attraversato - ha concluso - da nuove paure e da un rinnovato senso di smarrimento e di finitudine".