Conte chiarisce, rapporto Colao non è trapelato da Palazzo Chigi

webinfo@adnkronos.com

Il documento messo a punto dalla task force guidata da Vittorio Colao, 'rilancio Italia 2020-2022', non è trapelato da Palazzo Chigi. Lo ha messo in chiaro, a quanto apprende l'Adnkronos, il premier Giuseppe Conte durante il vertice con i capi delegazione delle forze di maggioranza, il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro, dopo che, nel tardo pomeriggio, era emerso il malcontento di diversi ministri per aver letto il testo dalle agenzie di stampa, non avendo ricevuto il documento.  

Ecco la tabella di marcia degli Stati generali dell'economia 

Durante la riunione, che per ora, viene assicurato, prosegue in un clima sereno, nessuno ha sollevato la questione, ma Conte ha sentito comunque di chiarire che la fuga di notizie non era riconducibile a Palazzo Chigi. Intanto va avanti il confronto sugli Stati generali dell'Economia, che, secondo fonti di governo, potrebbero slittare a venerdì.  

Il documento della task force, guidata da Vittorio Colao, "è un contributo importante, ma non politico". E a decidere del rilancio del Paese non saranno i tecnici, ma la politica. Lo ha puntualizzato, a quanto apprende l'Adnkronos, il premier Giuseppe Conte nel corso della riunione con i capi delegazione delle forze di maggioranza, presenti anche il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri e il sottosegretario Riccardo Fraccaro. Conte, nel corso dalla riunione, ha inoltre tenuto a puntualizzare che il documento Colao - diffuso dalle agenzie di stampa nonostante non fosse ancora a conoscenza dei ministri - non sarebbe trapelato da Palazzo Chigi.