Conte cita l'infermiera Michela. Lei gli risponde: "Mi ha fatto commuovere"

(Photo: Getty)

Non dimenticatevi di noi infermieri, quando l’emergenza sarà finita.In una lettera postata su Facebook, l’infermiera Michela Venturi si rivolgeva al premier Conte, chiedendo di ascoltarla, di farle una promessa. Lui ha raccolto l’invito citando le sue parole alla Camera e al Senato, garantendo che quello sfogo non rimarrà inascoltato. 

“Ok, lo ammetto, mi ha fatto piangere”, scrive su Facebook Michela, rivolgendosi al presidente del Consiglio, “Mi sono commossa quando le ho sentito pronunciare la promessa che le avevo chiesto di farmi. E’ vero, verrà il tempo dei bilanci, del potevamo fare questo invece di quello, ma ha ragione quando dice che adesso è il tempo di agire. Io non mollo, i miei colleghi non mollano, il suo popolo non molla. Siamo qui inseme, insieme ce la faremo e insieme usciremo da questo casino e poi ci rialzeremo e poi ricominceremo. Ha fatto una promessa, io mi fido”. 

Michela, nella sua prima lettera social al premier, chiedeva venisse garantito un miglioramento del contratto collettivo nazionale degli infermieri in Italia. La sua richiesta si è diffusa grazie alla condivisione degli utenti: “Io ho solo scritto una lettera dopo essere smontata da un turno di notte terribile. Ero stanca, avvilita e dolente, con l’adrenalina che mi manda avanti per un turno intero, prima di crollare e addormentarmi sul computer, mi è venuto fuori tutto quello che provavo”.

 

Love HuffPost? Become a founding member of HuffPost Plus today.

This article originally appeared on HuffPost.