Conte: determinazione forte a incrementare crescita economica

Afe

Roma, 10 set. (askanews) - "Alcuni interventi sembrano rimarcare una non determinata attenzione del governo per il mondo produttivo. C'è un equivoco: noi siamo fortemente determinati a incrementare la crescita economica". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nel corso della sua replica al Senato.

"Siamo consapevoli - ha aggiunto - della debolezza della domanda interna, ci sono settori che languono. Mi riferisco alle costruzioni, su cui dobbiamo intervenire, e all'automobile. Dobbiamo potenziare tutti gli strumenti per consentire alle imprese di crescere sulla competitività anche all'estero". Per quanto riguarda le Pmi, "sono la forza del nostro tessuto produttivo, si dice che piccolo è bello se consentiamo a piccolo di crescere è ancora più bello".

Però, ha precisato, "chiederemo anche alle imprese e al mondo produttivo di seguirci, non intendiamo proporre un dirigismo economico, siamo per il libero mercato, ma vogliamo che le imprese ci aiutino a disegnare il futuro che vogliamo. Ecco perchè vogliamo incentivare le prassi socialmente responsabili".

"L'agricoltura - ha detto ancora - è un punto di forza del nostro sistema, il comparto agricolo presenta punte di eccellenza ma dobbiamo potenziare l'intera filiera agro-alimentare. La Pac in Europa è strategica, dobbiamo tornare a lavorarci con forza, dobbiamo incidere in quel negoziato non possiamo dirci soddisfatti per lo stato attuale di quel negoziato".