Conte: "Ieri primo sciopero per mio figlio di 12 anni"

webinfo@adnkronos.com

"Ieri c'è stata una straordinaria partecipazione dei nostri giovani" alle marce per il clima, "mio figlio di 12 anni ha fatto il primo sciopero della sua vita, gliel'ho concesso. I giovani che hanno riempito le piazze sono sensibili al problema dei cambiamenti del clima e questo ci deve far ben sperare". Così il premier Giuseppe Conte dal palco del villaggio di Coldiretti a Bologna. 

"Vengo dall'assemblea generale dell'Onu - spiega il presidente del Consiglio - c'è un'attenzione nuova che mi fa ben sperare su questo tema". "Un importante allarme è arrivato dall'agenzia ambientale europea su ondate estreme di caldo, siccità, alluvioni, che rischiano di impoverire i terreni, di alterare i cicli biologici, di compromettere le attività agricole - sottolinea ancora il premier -. E' un problema serio. Dobbiamo lavorare con strategia, con visione. Se oggi non adottiamo contromisure, tutto il nostro mondo cambierà e il nostro settore ne soffrirà per primo". 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE  

"Incredibili", Greta e i tweet per l'Italia  

Saviano: "Greta ha sfondato muro, perché i sorrisini?"  

Boschi elogia le ragazze del clima: "In loro tanto futuro"