Conte: io europeista critico, difendo interessi Italia

Afe

Roma, 17 dic. (askanews) - "Io offro alla mia maggioranza questo modo di essere: un europeismo critico, non fideistico, che difende gli interessi nazionali nel confronto duro, serrato e costruttivo. Chi abbraccia un altro modo di essere, di non studiare i dossier e non presentarsi alle riunioni, faccia pure ma per me così il Paese va alla deriva". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, nella registrazione della puntata di 'DiMartedì' in onda stasera su La7.

"Io - ha aggiunto - credo di aver dimostrato di ottenere qualche risultato, ho evitato la procedura di infrazione per due volte che ci avrebbe fatto malissimo. Io in Europa mi siedo, non ho mai mancato un vertice, studio sempre e cerco di difendere gli interessi nazionali fino all'osso".