Conte: "Le destre non avranno mai lo scalpo del reddito di cittadinanza"

·1 minuto per la lettura
(Photo: TIZIANA FABI via AFP via Getty Images)
(Photo: TIZIANA FABI via AFP via Getty Images)

“Le destre si sbracciano per colpire uno strumento di sostegno a lavoratori sottopagati, persone in povertà, minori, fragili, disabili. Ma strizzano l’occhio all’evasione fiscale da oltre 100 miliardi l’anno che noi abbiamo combattuto con programmi come il Cashback. Non esibiranno mai questo scalpo, si mettano l’anima in pace”. Lo assicura Giuseppe Conte, leader del M5S, intervistato dalla Repubblica, sul tema della misura bandiera del movimento, sotto attacco da parte del centrodestra: “Abbiamo migliorato noi stessi il Reddito di cittadinanza: più controlli, più incentivi per accettare le offerte di lavoro, sgravi alle imprese per favorire le assunzioni...”, ricorda l’ex premier.

“Il Movimento si doterà di una struttura di monitoraggio sul Pnrr. Non ci basta aver conquistato quei 209 miliardi, ora vogliamo controllare che quei finanziamenti migliorino in tempi certi la vita delle persone, correggendo per tempo eventuali storture su dotazioni finanziarie e tecniche”.Intervistato da Repubblica, Giuseppe Conte, parla dei miliardi del Pnrr.

Il leader del movimento mette in guardia dai rischi di contrapposizioni tra zone del paese: “Usciamo da questa triste sfida fratricida Nord-Sud: è miope. Lo scenario attuale ci dice che ci sono tanti Sud anche al Nord. Se si vuole dare un senso alla missione Pnrr e crescita, dobbiamo stare tutti dalla stessa parte della barricata. I sindaci, specie nelle aree da rilanciare, non vanno lasciati soli”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli