Conte: linguaggio di Salvini e Meloni non mi appartiene

Afe

Roma, 17 dic. (askanews) - Quello di Matteo Salvini e Giorgia Meloni "è un linguaggio che non mi appartiene e l'ho detto anche adesso che ho chiesto la fiducia con questo esecutivo. Mi sono presentato in Parlamento e nelle prime battute ho detto che mi batterò perchè ci sia la cura delle parole e un linguaggio garbato, perchè non possiamo chiedere ai cittadini rispetto se non diamo rispetto anche con le parole". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, nella registrazione della puntata di 'DiMartedì' in onda stasera su La7.

"Per me - ha aggiunto - è un bene primario per il buon funzionamento della democrazia la cultura delle regole, il rispetto delle istituzioni, lavorare sempre per il bene dei cittadini e l'interesse generale. Poi chiamiamolo come vogliamo".