Conte: lo Stato non deve più far cassa a danno dei Comuni

Bar

Roma, 28 ott. (askanews) - "Lo Stato non deve più far cassa a danno dei Comuni". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, parlando all'evento di Poste Italiane sui "Sindaci d'Italia".

"La prossima manovra economica - ha spiegato - porterà risorse necessarie a integrare il fondo Imu-Tasi per ben 1400 enti locali e vi invito a sottoporre al Governo tutte le esigenze di riequilibrio fra finanza locale e centrale. Le porte del Governo sono aperte, dobbiamo insieme migliorare la performance nel campo degli investimenti infrastrutturali, dovete segnalarci le opere che procedono a rilento".

"Abbiamo stanziato - ha ricordato il capo del Governo - due fondi per le infrastrutture, uno per le amministrazioni centrali l'altro per gli enti locali. Daltro canto gli investimenti degli enti locali si sono dimostrati il principale motore della spesa in conto capitale. Nei primi 5 mesi del 2019 abbiamo avuto un aumento del 17 per cento della spesa in conto capitale dei Comuni. Possiamo fare di più insieme, abbiamo fondi europei che ammontano a 75 miliardi di euro, ne abbiamo spesi pochi, dobbiamo spenderne di più e meglio: noi ci siamo", ha concluso Conte.