Conte: nel Mes nessun automatismo su ristrutturazione debito

Bar

Roma, 2 dic. (askanews) - Non c'è alcun automatismo nella ristrutturazione del debito pubblico nella riforma del Mes (Meccanismo europeo di stabilità, il cosiddetto fondo salva-Stati). Lo ha sostenuto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel corso della sua informativa in aula a Montecitorio sul tema. "In merito - ha sottolineato - al pericolo di un automatismo nella ristrutturazione del debito che verrebbe introdotto dal trattato riformato, è opportuno ribadire - come ha chiarito il ministro Gualtieri - che il nuovo trattato non modifica affatto la disciplina relativa al coinvolgimento del settore privato nella eventuale ristrutturazione del debito pubblico del paese che beneficia dell'assistenza finanziaria del Mes" .

Secondo Conte "il nuovo Trattato lascia a una valutazione tutt'altro che automatica la verifica della sostenibilità del debito e delle condizioni macroeconomiche dei paesi beneficiari dell'intervento del Mes, coerentemente con quanto preteso dall'Italia che si è opposta ad altri paesi che avrebbero invece voluto maggiori automatismi".