Conte: “No a furia iconoclasta contro le statue e no al razzismo”

Conte: “No a furia iconoclasta contro le statue e no al razzismo”

Roma, 16 giu. (askanews) – No alla distruzione o ai danneggiamenti di statue, ma no al razzismo, che deve essere contrastato in ogni modo. A dirlo, in un’intervista esclusiva all’Agence France Presse a margine degli Stati generali dell’economia in corso al Casino del Bel Respiro di Villa Pamphilj, è il presidente del Consiglio Giuseppe Conte:

“Questa furia iconoclasta – ha detto Conte – ci ricorda tempi bui del passato quindi è chiaro che è da condannare qualsiasi atto di violenza, di oltraggio alla memoria di persone che hanno avuto un ruolo nella nostra storia culturale, civile, politica, istituzionale.

“Capisco – ha proseguito il capo del governo – che c’è una grande rabbia che si sta diffondendo che ha origine in episodi di razzismo. Il razzismo nella nostra carta costituzionale all’art. 3 è bandito in ogni forma, lo dobbiamo combattere e dobbiamo evitare che pratiche razziste possano coniugarsi anche con l’insofferenza sociale, perché ne può nascere frustrazione, violenza, rabbia.

“E soprattutto in questo periodo dobbiamo assolutamente fare in modo di agire con politiche inclusive per evitare che ci siano persone ai margini ed evitare forme di discriminazione e di razzismo”.