Conte: no a "mio" gruppo, parlamentari non lascino loro forze

Afe

Roma, 28 dic. (askanews) - Il premier Giuseppe Conte non vuole un gruppo parlamentare a suo diretto sostegno e anzi invita i parlamentari di maggioranza, in particolare quelli del M5s, a non abbandonare i propri gruppi. Lo ha detto lo stesso presidente del Consiglio, nella conferenza stampa di fine anno.

"Una frammentanzione delle forze politiche di maggioranza - ha sottolineato, rispondendo a una domanda sulle tensioni all'interno del M5s - non fa bene all'azione di governo, il mio invito a tutti i parlamentari è che se hanno manifestazioni critiche alimentino il dibattito interno alla singola forza politica. Non ho velleità di avere un partito o un gruppo di riferimento, non è nelle mie corde, io ho assunto il mandato di fare il presidente del Consiglio con tutte le mie energie, non posso pensare in questo momento che dei parlamentari che possono apprezzare la mia iniziativa possano ricorrere al mio nome per formare un gruppo".

Conte ha quindi rivolto un appello ai parlamentari di maggioranza. "Rimanete - ha detto - nelle forze rispettive di governo, non alimentate passaggi che non contribuiscono alla stabilizzazione del panorama politico. Se c'è dissenso manifestatelo e lavorate all'interno per portare avanti le vostre posizioni".