Conte: non c'è motivo di diffondere panico sul Coronavirus

Bar

Roma, 31 gen. (askanews) - "Non c'è motivo assolutamente di suscitare o creare allarme o che si diffonda panico sociale": lo ha dichiarato al Tg5 il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, spiegando che il Governo ha decretato lo stato di emergenza nazionale "perché ci consente di disporre del tempestivo ed efficace intervento della Protezione civile".

A giudizio del premier "in questo modo l'Italia conferma di aver adottato da subito, sin dai giorni scorsi, la linea di precauzione più efficace, più tempestiva, più costante". Alle critiche provenienti dalle opposizioni Conte ha ribattuto: "Innanzitutto abbiamo adottato come sempre una linea di chiara trasparenza, io e il ministro Speranza abbiamo sempre condiviso, comunicato tutte le informazioni in nostro possesso, per conservare il rapporto di fiducia con i cittadini. E la linea efficace dell'Italia è stata confermata dal direttore generale aggiunto dell'Organizzazione mondiale della sanità, che ha detto che l'Italia è in prima linea con le misure più efficaci".

Quanto alle indicazioni da dare ai cittadini, "non bisogna assolutamente cadere nel panico o seguire l'allarme, non c'è motivo. Bisogna seguire le indicazioni delle autorità sanitarie e dei medici. E' chiaro che io stesso a mio figlio raccomando di rispettare le regole igienico-sanitarie, ad esempio di lavarsi spesso le mani", ha concluso Conte.