Conte: non possiamo sottrarci a sfida sviluppo più equo

afe

Roma, 20 gen. (askanews) - "Anche i governi nazionali non possono sottrarsi al compito, che ritengo una delle sfide più avvincenti del ventesimo secolo, di imprimere una radicale accelerazione alle politiche per uno sviluppo sempre più equo e inclusivo". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, intervenendo al Cnel alla presentazione delle linee programmatiche della Cabina di regia "Benessere Italia" della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Conte ha ricordato anche la "persistente crisi economica, la più lunga dal secondo conflitto mondiale, che ha lasciato ferite profonde, più profondamente avvertite dalle comunità più fragili sul piano economico e finanziario". In questo quadro, ha concluso, è necessario "prevenire gli effetti più esiziali di uno sviluppo disordinato e irragionevolmente diseguale" ponendo "la massima attenzione" e facendosi "guidare dagli indicatori che ci raccontano la direzione di sviluppo della nostra società al fine di elaborare efficaci inclusive politiche pubbliche".