Conte: Parlamento contribuisca a portare in Ue voce Paese coeso

Bar

Roma, 2 dic. (askanews) - "Il Governo italiano ha rispettato la lettera e la sostanza della risoluzione votata dal parlamento lo scorso giugno e, come in passato, agirà sempre nel rispetto del mandato conferito. Auspico che il Parlamento con la sua autorevolezza e in virtù della sua legittimazione democratica, contribuisca a portare in Europa la voce di un Paese forte e coeso, che si impegna a rafforzare le istituzioni europee secondo un piano che, nel rispetto del nostro interesse nazionale, conduca ad una architettura più robusta e una equilibrata condivisione dei rischi, che avrebbe quale effetto finale quello di ridurli per tutti". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, parlando in aula a Montecitorio nel corso della sua informativa sul Mes, il Meccanismo europeo di stabilità.

"In prospettiva, appare necessario - ha osservato - pervenire a una più piena integrazione dei mercati finanziari europei, che a tutt'oggi presentano una frammentazione che incide negativamente sull'allocazione efficiente delle risorse, sulla crescita, sullo sviluppo sociale, frenando la riduzione degli squilibri fra Paesi".

"Elemento chiave per completare questa integrazione - ha spiegato - è la creazione di un safe asset per i paesi dell'Unione monetaria: essenziale come tasso di riferimento per la conduzione della politica monetaria, come strumento finanziario per favorire la diversificazione dei portafogli bancari, nonché quale elemento di stabilità complessiva dell'Unione monetaria europea di fronte al rischio di shock. Questi sono i paletti su cui l'Italia può e deve trattare, questo è l'orizzonte di lungo periodo che deve guidare i nostri passi".