Conte pazzo di De Paul: è lui il jolly per un'Inter da Scudetto?

Alessio Eremita
·1 minuto per la lettura

L'Inter ha messo gli occhi su Rodrigo De Paul in vista della seconda parte di stagione. L'argentino sogna da tempo il salto di qualità e, grazie alla sontuosa prestazione offerta nell'ultima giornata di campionato contro la Lazio, ha convinto gli uomini-mercato nerazzurri ad affondare il colpo. L'elevato standard di rendimento, però, non nasce certamente oggi.

Il numero 10 dell'Udinese è stabilmente nella classifica dei migliori centrocampisti della Serie A e, a 26 anni compiuti, ha raggiunto un grado di maturazione ormai evidente. Inoltre, De Paul abbina forza fisica a qualità tecniche e organizzazione tattica. Caratteristiche che lo rendono perfetto per la filosofia di gioco adottata da Antonio Conte. E poi ci sono i numeri: 26 reti e 25 assist in 150 partite dal suo approdo in bianconero.

DeFodi Images/Getty Images
DeFodi Images/Getty Images

Un fattore importante riguarda anche la mentalità del calciatore, consapevole dei propri mezzi ma rispettoso della società per cui lavora. Queste le sue dichiarazioni in merito a un possibile addio già a gennaio: "Non andrò mai via da qui chiedendo la cessione o sbattendo la porta, mi trovo bene e non ho intenzione di andarmene".

Chissà se la porta dell'Udinese si aprirà per permettergli di tentare una nuova esperienza. E chissà se l'Inter saprà garantire a De Paul il giusto palcoscenico per continuare a esprimersi al meglio, con l'obiettivo di rappresentare un valore aggiunto nella corsa allo Scudetto. Il dubbio che accomuna molti calciatori di talento in piazze ambiziose dove la competitività è all'ordine del giorno. Ma le premesse ci sono tutte.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.