Conte presidente della Repubblica, il retroscena: auto-candidatura?

conte presidente della repubblica

Il governo Conte bis sta ingranando dopo l’accordo tra Lega e Movimento 5 Stelle, la scissione del Pd e la fondazione di Italia Viva, ma nuovi dubbi si stanno insinuando nell’opinione pubblica, e riguardano proprio il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Quest’ultimo, infatti, si era espresso a favore di un possibile Mattarella bis, aspetto che nemmeno il diretto interessato aveva mai preso in considerazione: “Quale prossimo capo dello Stato vorrei una personalità come Mattarella, con equilibrio, esperienza, saggezza e alla mano” aveva detto, ma per il molti il pensiero è chiaro: stava pensando a sè stesso?

Conte presidente della Repubblica

I sospetti ormai si fanno insistenti, e a riportarlo è La Stampa. Nella parole di Conte, che diceva: “Se lui fosse disponibile a un secondo mandato…” riferendosi a Mattarella, ci sarebbe nascosto ben altro. Va detto infatti che fino ad ora nessuno aveva ipotizzato la possibilità di un Mattarella bis, che andrebbe a ricalcare l’esempio di Giorgio Napolitano, unico nella storia della Repubblica ad aver ricoperto due mandati. L’elezione del nuovo Capo dello Stato è prevista per febbraio 2021, e Sergio Mattarella, almeno per il momento, non sembra voler ambire ad un secondo mandato.

Il sospetto

Nulla induce a sospettare un piano di rielezione. Viceversa ci sono molti personaggi già in corsa per il Quirinale – ha scritto il quotidiano La Stampa -. Nel solo Pd ne vengono additati una mezza dozzina” si legge ancora. Il sospetto più importante, però, è rivolto proprio a Giuseppe Conte: “Da quando Trump ha lanciato il “Forza Giuseppi”, al premier nessun traguardo sembra impossibile – si legge ancora -. Anzi: vuoi vedere che quando per il Colle ha invocato una figura di equilibrio, esperienza, saggezza e simpatia, oltre a Mattarella aveva in mente sè stesso?“.