Conte: pronto ad ascoltare e dialogare con i sindacati

Bar

Roma, 16 gen. (askanews) - "Io credo che i sindacati non possono lamentare uno scarso dialogo col governo. Io personalmente, oltre che i singoli ministri, li ho incontrati e li incontro regolarmente, non certo per ribadire solo le nostre posizioni ma per ascoltare. Certo, non vuol dire che accogliamo tutte le loro proposte ma i sindacati troveranno in questo governo sempre un interlocutore disposto al dialogo e se del caso a migliorare le proposte sul tavolo". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel corso di un punto stampa trasmesso anche in diretta Facebook da Algeri, dove ha incontrato il presidente algerino Abdelmadjid Tebboune. In particolare, a Conte è stato chiesto un commento sule parole del segretario della Cgil Maurizio Landini, che si è detto pronto alla mobilitazione di piazza se le richieste dei confederali non saranno accolte.

Quanto al provvedimento sul cuneo fiscale, "non ho avuto il tempo - ha precisato - di esaminare la proposta che gli uffici del Mef hanno messo insieme". Su questi temi, ha aggiunto, il capo del Governo, "normalmente il Governo è proponente, poi possono anche le parti sociali elaborare una proposta, ma di solito sono le parti sociali chiamate a esprimersi sulla proposta del Governo".