Conte: proroga emergenza è nostra facoltà ma condivido con Camere

Rea
·1 minuto per la lettura

Roma, 28 lug. (askanews) - "Pur in assenza del vincolo normativo desidero condividere con il Parlamento la decisione" di prorogare lo stato d'emergenza. Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nelle comunicazioni al Senato circa la necessità di prorogare lo stato d'emergenza per la pandemia di Covid-19, ricordando il "vaglio positivo della Corte Costituzionale" sulle disposizioni che prevedono la proroga, "una facoltà espressamente prevista dalla legge, attivabile ogni qual volta si renda necessaria la prosecuzione degli interventi". Ipotesi che "si verifica quasi sempre: dal 2014 154 dichiarazioni e ben 84 sono state le proroghe". Lo stato d'emergenza "costituisce il presupposto per una serie di poteri e facoltà per affrontare con efficacia e tempestività le situazioni emergenziali in atto. Il principale strumento è quello di ordinanza, di cui gode la Protezione Civile: senza lo stato d'emergenza non potrebbero essere attuate con analoga speditezza" perchè "consente di deliberare in deroga delle leggi vigenti".