Conte: rinvio contante e Pos perché vogliamo azzerare commissioni

Rea

Roma, 22 ott. (askanews) - Per "promuovere l'uso dei pagamenti elettronici" senza "penalizzare chi usa il contante" o i commercianti "abbiamo bisogno di tempo, vogliamo fare le cose per bene: è la ragione per cui ieri abbiamo deciso di posticipare l'entrata in vigore di questo piano a luglio del prossimo anno". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenenedo all'assemblea annuale di Confesercenti.

"Vogliamo garantirci che il piano di azzeramento/riduzione delle commissioni possa essere realizzato in modo efficace per evitare che gravi su di voi con ulteriori costi", ha assicurato ai commercianti.

"Non intendiamo punire o criminalizzare alcuna categoria, né penalizzare chi usa contante. È passato un messaggio sbagliato: nessuna conseguenza negativa per chi usa il contante, ma vogliamo premiare chi usa il pagamento elettronico, e favorire l'adozione del Pos da parte dei comemrcianti con una riduzione delle commissioni e stiamo lavorando con gli intermediari fiannzairie. Vogliamo azzerare le commissioni per importi di ridotta entità", ha spiegato Conte.