Conte: rispetto vicenda umana Siri, ma deciderò razionalmente

Adm

Roma, 26 apr. (askanews) - Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte rispetta la "dimensione umana" della vicenda che coinvolge il sottosegretario Armando Siri ma questo aspetto non potrà essere "determinante" quando si tratterà di decidere sul suo caso. Conte lo ha detto parlando con i giornalisti a Pechino.

"Ieri - ha spiegato - ho parlato col sottosegretario Armando Siri, gli ho detto che partivo per la Cina e non potevamo vedersi. Mi sono anche scusato, perché c'è anche l'aspetto umano, una persona che attende di incontrare il suo presidente del consiglio, al quale lui deve delle spiegazioni. E il presidente del consiglio le vuole ricevere, gli vuole parlare anche per rispetto della persona".

Ha aggiunto Conte: "C'è una dimensione umana che non trascurerei. E' ovvio però che quando riassumerò la posizione dell'autorità del governo rispetto a questa posizione la considerazione umana verrà tenuta da conto ma non potrà essere determinante. C'è un percorso di razionalità in questa vicenda di cui ovviamente terrò conto".