Conte riunito con capi delegazione, verso Dpcm con nuove misure

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 dic. (askanews) - Un nuovo Dpcm, da varare entro la giornata di venerdì, per le nuove misure contro la pandemia da coronavirus nel periodo di Natale. E' questo, secondo quanto si apprende da fonti di governo, l'orientamento dell'esecutivo, mentre è appena iniziata a Palazzo Chigi la riunione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte con i capi delegazione dei partiti di maggioranza (assente Teresa Bellanova, di Iv, impegnata a Bruxelles).

L'ipotesi sul tavolo, di cui si è parlato stamani nel confronto tra i ministri per gli Affari regionali e della Sanità Francesco Boccia e Roberto Speranza, è quella di varare "misure più dure e restrittive", senza escludere una "zona rossa" per tutto il Paese. Una possibilità, però, precisano fonti dell'esecutivo, "ancora in discussione".

Oggi il Pd ha chiesto chiaramente di mettere in atto nuove misure. "E' tempo di scelte rigorose di Governo e Parlamento: solo regole più restrittive durante le festività potranno evitare una terza ondata di contagi. Per noi che abbiamo responsabilità istituzionali è un dovere intervenire oggi senza esitazioni per salvare vite umane domani", ha scritto su Twitter il capo delegazione Dario Franceschini, con il sostegno del segretario Nicola Zingaretti. Sulla stessa linea Leu e il M5s, mentre Iv assicura che "sosterrà lealmente la posizione del governo" purchè "si decida tempestivamente e si diano ai cittadini regole chiare".

Dopo il passaggio di oggi con i capi delegazione, domani è atteso un nuovo confronto tra il governo e le Regioni e il Dpcm sarà firmato sicuramente prima del fine settimana, ragionevolmente tra la serata di domani e venerdì, spiegano diverse fonti di governo.