Conte saluta Palazzo Chigi: "Un onore"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

Ha preso parte al Consiglio dei ministri che si è tenuto questa mattina alle 9.30, il 96esimo ma anche l'ultimo del cosiddetto Conte II. Il presidente del Consiglio si è congedato oggi da Palazzo Chigi, ha salutato tutti, fermandosi in ogni singolo ufficio, prestandosi agli scatti e ai selfie con i dipendenti della presidenza del Consiglio: "Grazie per la collaborazione di questi due anni insieme, siete stati preziosissimi. E' stato un onore lavorare con voi", ha detto salutando chi ogni giorno presta servizio nel Palazzo di piazza Colonna, nel cuore di Roma.

Conte ha replicato quanto fece nel giugno 2018, quando si insediò con il governo targato M5S-Lega, a giugno 2018, arrivando a Palazzo Chigi e presentandosi ad ogni singolo dipendente, a poche ore da quell'esordio che lo avevo colto emozionato, davanti alle telecamere schierate al Quirinale: "sarò l'avvocato del popolo", aveva scandito.

Ai ministri, questa mattina, nessun accenno sull'ultima riunione, del resto Conte si era già congedato nel corso del Cdm del 26 gennaio scorso, prima di salire al Quirinale per le dimissioni, ringraziando i membri del suo esecutivo uno ad uno e rivendicando il lavoro svolto.

Oggi gli è toccato ringraziare i dipendenti, un atto non scontato ma perfettamente in linea con la sua presidenza, tanto che il premier uscente può contare su parecchi supporter a Palazzo Chigi, nonostante le sfiancanti riunioni notturne che spesso costringevano i dipendenti a tenere aperto il Palazzo fino a notte fonda. "E' apparso molto sorridente e cordiale, come sempre. Ha mantenuto il suo stile fino all'ultimo", racconta chi ha preso parte al congedo del premier uscente. Intanto la road map del governo Draghi, stando almeno ai rumors di Palazzo Chigi, sembra tracciata: l'insediamento, con la cerimonia dello scambio della campanella, dovrebbe tenersi nella giornata di venerdì.