Conte: Savoini non ha incarichi governo, a Mosca con Salvini

Rea

Roma, 24 lug. (askanews) - "Sulle basi delle informazioni disponibili alla Presidenza del Cosiglio, Savoini non ha rivestito incarichi formali come esperto o consulente del governo" e al tempo stesso "risulta presente in missione a Mosca con il ministro Salvini il 15 e 16 luglio". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nell'informativa al Senato sul Russiagate.

"In occasione della visita del presidente Putin - ha detto ancora Conte - il signor Savoini ha partecipato al Forum tenutosi presso la Farnesina. È stato invitato anche alla cena offerta dalla presidenza del Consiglio: tutti i partecipanti al suddetto Forum sono stati invitati alla cena. Le verifiche svolte dagli uffici, hanno evidenziato che al Forum Savoini ha partecipato su richiesta del signor D'Amico che ha l'incarico di consigliere per le attività strategiche del vice premier Salvini, facendo contattare i miei funzionari che non hanno ritenuto di questionare questa richiesta, in un momento pregresso alla diffusione della notizia dell'indagine giudiziaria. La partecipazione di Savoini all'evento del pomeriggio ha comportato l'automatico invito alla cena. La presidenza non ha avuto ulteriori contatti oltre a quello descritto. Quanto a D'Amico, conserva l'incarico menzionato dal 29 agosto 2018".

Poi la visita del 17-18 ottobre di Salvini a Mosca: "E' stata organizzata direttamente dal Ministero dell'Interno, con la visita all'assemblea della Confindustria Russia, cui partecipava anche il signor Savoini. Gli eventi successivi hanno rivestito carattere privato. Salvini anche il 15 e 16 luglio era a Mosca per l'incontro con le controparti russe. In quell'occasione l'indicazione della delegazione era del ministero dell'Interno, e la delegazione comprendeva oltre a D'Amico anche Savoini".