Renzi: "Salvini ha fatto un governo col 17%"

webinfo@adnkronos.com

"Dicevate, con questa opposizione governeremo 30 anni, avete governato per 14 mesi e, nel salutarvi e nel ringraziarvi senza ironie per il servizio che avete svolto, ricordo" che "i vostri risultati economici sono un fallimento". Lo ha detto Matteo Renzi parlando al Senato, dopo l'intervento di Giuseppe Conte e quello di Matteo Salvini, al quale l'ex premier ricorda che "ha fatto un governo col 17%" e "non con il 51, ma questo governo ha fallito anche per sua responsabilità. Prima lo ammettete e prima si può voltare pagina".  

"Non è un colpo di Stato cambiare il governo, è un colpo di sole aprire la crisi. Questo è il Parlamento, non è il Papeete" ha detto poi Renzi al Senato dove è stato duello di contestazioni e applausi tra Lega e M5S mentre Conte ha pronunciato il discorso a Palazzo Madama: dai banchi dell’opposizione poche reazioni durante il dibattito, mentre Renzi spesso ha sorriso parlottando con i suoi, coprendosi la bocca con la mano. Applausi dal Pd quando Conte ha detto che Salvini ha agito per interessi personali e di partito. Prima del dibattito, Renzi è arrivato in Senato scavalcando la staccionata-transenna davanti all'ingresso principale di Palazzo Madama, come nella vecchia pubblicità dell''Olio Cuore'. Su Facebook, in un post, tra le altre cose, l'ex segretario dem ha scritto: "E oggi il Governo Populista annuncia le dimissioni. Si chiude dopo 14 mesi una delle peggiori esperienze della storia repubblicana". Ora "un governo istituzionale per evitare l’aumento dell’Iva e per riportare l’Italia in Europa: come al solito tocca rimediare ai loro danni".