Conte a sindaci piccoli comuni: tavolo aperto fino a fine manovra

Bar

Roma, 28 ott. (askanews) - Giuseppe Conte ha promesso attenzione alle esigenze degli enti locali, parlando all'evento di Poste Italiane sui "Sindaci d'Italia". "Seguiamo - ha detto rivolgendosi al presidente dell'Anci Antonio Decaro - raccogliamo il suo invito, sapete che stiamo seguendo con molta attenzione la proposta legislativa 'liberiamo i sindaci' ma quest'anno, credo per la prima volta, abbiamo un tavolo che si aprirà il 7 novembre e sarà aperto fino a fine manovra per coordinarci meglio, per raccogliere le vostre istanze".

"Apriamolo questo tavolo permanente, valutiamo insieme le vostre richieste, anch'io sono sensibile al fatto che chi si assume responsabilità amministrative e giuridiche debba avere anche una minima corrispondenza sul piano economico, non è tantissimo ma questo è giusto", ha aggiunto a proposito della proposta di un compenso mensile anche per i sindaci dei piccoli comuni. Sul tavolo permanente - ha detto ancora il capo del Governo - potremo anche valutare la riforma del testo unico degli enti locali".

"Sono anche sensibile - ha concluso Conte con una battuta sulla sua storia familiare - alla questione dei segretari comunali, nella mia esperienza non solo facilitano il vostro lavoro, sono il vertice dell'amministrazione e danno un contributo di sapere legale ma non raramente contribuiscono anche alla natalità. Se non fosse stato perché un segretario comunale si è trovato nel piccolo comune di Volturara appula, conoscendo mia madre non sarei mai nato...".