Conte 'spende' 125mila euro in viaggi, ecco le 'voci' di settembre

webinfo@adnkronos.com

Oltre 125mila euro. Per l'esattezza, 125mila 484, 27 euro. A tanto ammonta la spesa complessiva per le missioni e i viaggi di servizio, all'estero e in Italia, del premier Giuseppe Conte, nel settembre 2019. Spulciando il sito del governo, Adnkronos scopre infatti che due mesi fa il presidente del Consiglio, ovvero nel gergo tecnico, 'l'Autorità politica', ha fatto 5 'trasferte' italiane e 2 fuori dal Paese: nel primo caso, ha portato con sé, in qualità di delegazione ufficiale, (formata solo da 'interni' alla Presidenza del consiglio dei ministri), in totale 60 persone, e nel secondo, una di meno, 59. Conti alla mano, sono stati 119 in tutto i componenti del 'seguito presidenziale' senza nessun 'esterno' a carico del bilancio della presidenza del Consiglio.  

Nel dettaglio, ''pernottamenti e pasti'' sono costati in totale 87mila 712,86 euro; di cui 2mila euro per le missioni interne e oltre 85mila euro per quelle all'estero. Mentre sono stati spesi complessivamente circa 30mila euro per i trasferimenti delle delegazioni, compresi il consumo stimato del carburante per le autovetture di servizio e il costo dei biglietti per treni e aerei di linea. A queste somme vanno aggiunti anche 7mila 901 euro della 'voce' 'costo complessivo per indennità di missione nei casi previsti dalla legge'.