Continua ad ingrandirsi il numero dei cosiddetti Responsabili

·2 minuto per la lettura
Aiello Ermellino gruppo Centro Democratico
Aiello Ermellino gruppo Centro Democratico

I movimenti nei palazzi del potere continuano senza sosta e altre due parlamentari aderiscono al cosiddetto gruppo dei Responsabili. Si tratta delle deputate Piera Aiello, eletta nella circoscrizione Sicilia 1 con il MoVimento 5 Stelle dal quale è uscita il 2 settembre 2020, e di Alessandra Ermellino, eletta nella circoscrizione Puglia sempre con i pentestellati che ha abbandonato il 23 giugno 2020. Le due deputate passano ora dal Gruppo Misto della Camera a Centro Democratico di Bruno Tabacci, parlamentare di lungo corso con alle spalle diverse legislature che in questi giorni molto si sta spendendo per assicurare al possibile nuovo governo Conte i numeri in Parlamento. La Aiello e la Ermellino hanno così motivato la loro scelta all’Ansa: “Dopo un confronto aperto sui temi e le proposte che abbiamo portato avanti fin dall’inizio del nostro mandato parlamentare, abbiamo deciso di aderire alla componente del Gruppo Misto Centro Democratico”.

Aiello ed Ermellino nel gruppo Centro Democratico

Si infoltisce dunque il sostegno alla maggioranza dimissionaria, ma non si può non notare che a consultazioni avviate i numeri stentino ad arrivare, soprattutto al Senato. Alla Camera, dove c’è stato il passaggio delle ultime due parlamentari, l’esecutivo di Conte aveva già ottenuto la maggioranza assoluta in sede di voto di fiducia con 321 voti, mentre al Senato i numeri erano e sono più ristretti, solo 156, e dunque maggioranza relativa. Servono almeno 161 voti per governare, ma l’obiettivo sembra al momento ancora molto lontano.

Proprio al Senato è nato oggi un nuovo gruppo chiamato Europeisti – Maie – Centro Democratico, che va a raccogliere in un unico schieramento proprio coloro che dal misto, o uscendo da altre forze politiche, hanno supportato l’esecutivo nel voto di fiducia della scorsa settimana. Occorre ora trovare nuovi senatori, magari dei transfughi ancora non palesatesi che potrebbero cambiare le carte in gioco a partita in corsa.