Continua il maltempo sulla Liguria, flagellata la Riviera di Ponente

maltempo-liguria

Non accenna a placarsi l’ondata di maltempo che da ieri sta investendo la Liguria, interessando in particolar modo la Riviera di Ponente con le province di Savona, Imperia e parte di quella di Genova. Dopo le criticità emerse durante la notte tra il 22 ed il 23 novembre, nel corso delle ultime ore le piogge torrenziali hanno comportato l’esondazione di diversi torrenti, con conseguenti smottamenti nelle zone collinari della regione. Danni anche nel basso Piemonte, per la precisione nella provincia di Alessandria.

Maltempo in Liguria, colpita la provincia di Savona

Stando a quanto riportato dal Centro Meteo Ligure si tratta di un evento alluvionale su vasta scala, favorito da venti di scirocco che stanno allontanando gli effetti della tramontana e dal terreno della regione ormai talmente impregnato da non riuscire più a contenere le piogge. Tra gli effetti immediati di questa eccezionale condizione vi sono le esondazioni di numerosi corsi d’acqua avvenute in queste ultime ore, come il Rio Casazza a Borghetto Santo Spirito, il torrente Arroscia ad Ortovero e il Rio Basco ad Albissola Superiore.

Fortemente ingrossati anche il Letimbro a Savona ed la Bormida tra Piemonte e Liguria, ormai ad un passo dall’esondazione. Numerose anche le frane e gli smottamenti sui versanti montuosi e collinari, tra cui quella avvenuta nel pomeriggio sulla provinciale 40 a Vara inferiore e quella di qualche ora dopo sulla strada statale Aurelia, nei pressi del comune di Vesima in provincia di Genova.

Nel genovese gravi disagi sono avvenuti nel comune di Cogoleto, dove in via del Deserto ha ceduto un tratto di banchina stradale rendendo necessaria la chiusura della strada mediante un’ordinanza comunale. Rimangono pertanto totalmente isolati i cittadini che abitano dopo i civici 20 e 22 della via, che per un tratti si estende anche sul territorio del comune savonese di Varazze.

Allarme nella Valpolcevera

Situazione critica anche lungo la valle del fiume Polcevera, nei luoghi divenuti tristemente famosi per la tragedia del ponte Morandi. Qui le colate di fango portate dalla piena hanno gravemente danneggiato gli esercizi commerciali, costringendo inoltre la chiusura dei cantieri per il nuovo ponte di Genova. Nel frattempo, l’allerta rossa per il maltempo è stata prorogata fino a tutta la giornata di domani domenica 24 novembre.

In merito alla grave situazione meteorologica è intervenuto in serata anche il presidente della regione Liguria Giovanni Toti, che dalla sala di comando della Protezione Civile regionale commenta: “Qui in Protezione Civile si lavora senza sosta da ore. Non ci si alza neanche per mangiare. Chi critica questa macchina dovrebbe stare qualche ora a guardare questi ragazzi lavorare e sentirsi orgoglioso di loro. Questi sono i liguri, questa è la Liguria”.