Continua la frenata della vaccinazioni nonostante il green pass

·3 minuto per la lettura

AGI - Nonostante 13,4 milioni di dosi in frigo, scende ancora il numero di nuovi vaccinati (-17,1%). A rilento le terze dosi (2,4% su una platea di 7,6 mln). Lo rileva la Fondazione Gimbe nel consueto monitoraggio settimanale sul Covid in Italia. 

Al 6 ottobre  il 76,8% della popolazione (45.493.296 persone) ha ricevuto almeno una dose di vaccino (+452.187 rispetto alla settimana precedente) e il 72,4% (42.921.024 di persone) ha completato il ciclo vaccinale (+661.771 rispetto alla settimana precedente).

Nell'ultima settimana scende ancora il numero di somministrazioni (1.209.952), con una media mobile a 7 giorni di quasi 160mila somministrazioni al giorno

Il numero di nuovi vaccinati settimanali, dopo la risalita a 589mila della settimana precedente, è sceso a quota 488mila (-17,1%) nell'ultima settimana, confermando per ora i modesti effetti del green pass sulla curva dei nuovi vaccinati, al netto dell'incognita relativa al numero degli esoneri.

Al 6 ottobre risultano consegnate 98.883.319 dosi: con la consegna di 3,97 milioni di dosi nell'ultima settimana salgono ancora le scorte di vaccini a mRNA, che raggiungono quota 13,4 milioni.

Sul piano della pandemia, continua la discesa in Italia dei nuovi casi di contagio Covid (-9,1%), dei ricoveri in area medica (-13,2%) e delle terapie intensive (-5,7%).

E in calo sono anche i decessi (-19,4%).

La settimana 29 settembre - 5 ottobre 2021, rispetto alla precedente, ha registrato una diminuzione dei nuovi casi di contagio (21.060 vs 23.159) e del numero dei morti (311 vs 386).

Si riducono anche i casi attualmente positivi (90.299 vs 98.872), il numero delle persone in isolamento domiciliare (86.898 vs 94.995), i ricoveri con sintomi (2.968 vs 3.418) e le terapie intensive (433 vs 459).

"Ormai da 5 settimane consecutive – dichiara Nino Cartabellotta, presidente di Gimbe – il dato nazionale mostra una discesa dei nuovi casi settimanali, anche se nell'ultima settimana, rispetto alla precedente, cinque Regioni registrano un incremento percentuale dei contagi".

Gli aumenti, che riguardano Basilicata (+73,6%), Provincia autonoma di Bolzano (+8,7%), Provincia autonoma di Trento (+20,9%), Sardegna (+5%), Valle D'Aosta (+64,5%), rimangono tuttavia contenuti in termini assoluti.

Scendono a 17 le Province con incidenza pari o superiore a 50 casi per 100.000 abitanti e nessuna conta oltre 150 casi per 100.000 abitanti. In calo anche i decessi: 311 negli ultimi 7 giorni (di cui 22 riferiti a periodi precedenti), con una media di 44 al giorno rispetto ai 55 della settimana precedente.

"Sul fronte ospedaliero – afferma Renata Gili,responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari di Gimbe – si registra un ulteriore calo dei posti letto occupati da pazienti Covid-19: rispetto alla settimana precedente scendono del 13,2% in area medica e del 5,7% in terapia intensiva".

A livello nazionale il tasso di occupazione rimane basso (5% in area medica e 5% in area critica) e nessuna Regione supera le soglie del 15% per l'area medica e del 10% per l'area critica.

"Continuano a scendere anche gli ingressi giornalieri in terapia intensiva – spiega Marco Mosti, Direttore Operativo di Gimbe – con una media mobile a 7 giorni di 22 ingressi/die rispetto ai 29 della settimana precedente".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli