Continua la "sequenza" sismica nel paese ai piedi delle Alpi, meno di un mese fa un altra scossa

·2 minuto per la lettura
La cartina dell'Ingv
La cartina dell'Ingv

Terremoto in Austria nella notte con una forte scossa di magnitudo 4.1, tanta paura ma nessun danno a persone o cose fatti salvi i tempestivi rilievi che le autorità stanno effettuando in ogni settore del quadrante interessato. La scossa si è determinata alle 00:57:12 del 20 aprile ad una profondità di 10 km, con ipocentro relativamente superficiale cioè, ed alle coordinate geografiche: latitudine 47.7123, longitudine 16.1417.

Terremoto in Austria, scossa di magnitudo 4.1 a Ternitz

Corrispondono alla zona che ha come epicentro l’aerale della cittadina di Ternitz, borgo di circa 15mila abitanti situato nel distretto di Neunkirchen, in Bassa Austria,a circa 80 chilometri a sud ovest dalla capitale Vienna. La scossa, decisamente forte, è stata distintamente avvertita dalla popolazione, in particolare ai piani alti delle case. In alcuni casi sono state segnalate sporadiche situazioni di panico estremo, con alcuni cittadini che, malgrado l’ora tarda, si sono riversati in strada, ma i media locali confermano che si è trattato di episodi singoli ed isolati. Nella più parte dei casi il terremoto ha provocato un comprensibile spavento in chi l’ha avvertita e l’ovvia inquietudine nelle ore successive, ma senza particolari recrudescenze di panico.

I precedenti dell’ultimo anno

Le autorità nazionali e territoriali non segnalano danni a persone o di rilievo a strutture. La regione sub alpina dell’Austria, impegnata come tutti gli altri paesi a combattere il covid, è interessata da un’attività sismica costante da ormai qualche settimana; solo poco meno di un mese fa, il 20 marzo, un altro forte terremoto, di magnitudo 4.9 aveva interessato la regione orientale del paese, a circa 50 chilometri dalla capitale Vienna, ed era stato avvertito fino in Slovacchia, Slovenia, Ungheria e Repubblica Ceca. Una ulteriore scossa di 4.1 era stata avvertita poi nell’estate del 2020 e i suoi effetti tellurici si erano sentiti fino in Germania.