Conto alla rovescia per il Premio Strega, il 2 luglio la serata finale

Conto alla rovescia per il Premio Strega, il 2 luglio la serata finale

Roma, 17 giu. (Adnkronos) – La LXXIV edizione del Premio Strega si avvia verso la serata finale. Lo scorso 9 giugno sono stati annunciati gli autori finalisti alla Camera di Commercio di Roma – Sala del Tempio di Adriano, ovvero Jonathan Bazzi con 'Febbre' (Fandango Libri), Gianrico Carofiglio con 'La misura del tempo' (Einaudi), Gian Arturo Ferrari con 'Ragazzo italiano' (Feltrinelli), Daniele Mencarelli con 'Tutto chiede salvezza' (Mondadori), Valeria Parrella con 'Almarina' (Einaudi) e Sandro Veronesi con 'Il colibrì' (La nave di Teseo). Una sestina invece della tradizionale cinquina per effetto della tutela dei piccoli editori contenuta nel regolamento. Non è la prima volta che giunge in finale una sestina, era accaduto per un ex aequo al quinto posto della prima votazione nel 1953, 1960, 1961, 1963, 1979, 1986 e 1999. L’annuncio del vincitore del Premio Strega 2020 avrà luogo giovedì 2 luglio, come di consueto al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma, e sarà trasmessa in diretta televisiva da Rai Tre, per la conduzione di Giorgio Zanchini, ospite speciale Corrado Augias.

Rispettando le attuali prescrizioni governative in materia di distanziamento fisico, la serata finale non potrà svolgersi alla presenza del pubblico consueto, composto dall’ampia giuria del premio e dagli altrettanto numerosi appassionati che ogni anno intervengono a Villa Giulia. Questo consentirà di svolgere lo scrutinio dei voti di nuovo sulla balconata del Ninfeo, come nelle dieci edizioni svolte a partire dal 1953, il primo anno in cui lo Strega è stato assegnato nella cornice del Museo Etrusco. Le interviste televisive agli autori avranno luogo invece sotto la cosiddetta Loggia dell’Ammannati.

Durante la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta oggi a Villa Giulia sono intervenuti Valentino Nizzo, direttore del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Giovanni Solimine, presidente della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, Giorgio Zanchini, giornalista, scrittore e conduttore radiofonico e televisivo. Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Bellonci, ha moderato l’incontro. Angelo Amodeo, direttore regionale Lazio di Bper Banca è intervenuto per raccontare la terza edizione del concorso di idee indetto dall’istituto di credito rivolto alle venti Accademie di Belle Arti statali nazionali per la realizzazione di una scultura ispirata al mestiere di scrivere e all’importanza della promozione della lettura.

La studentessa vincitrice di questa edizione del concorso è Sofia Felice dell’Accademia di Belle Arti di Roma. Riceverà da Bper Banca un premio in denaro, ma soprattutto vedrà realizzata la propria opera, ispirata alla caratteristica S del logo Strega, che sarà donata agli autori finalisti nel corso della serata finale del premio.

"Bper Banca ha da sempre avviato e sostenuto numerose iniziative in ambito culturale. Siamo quindi più che mai convinti e fieri di essere uno dei principali partner del Premio Strega, in particolare con una serie di iniziative specifiche rivolte ai giovani, che sono la speranza per un futuro migliore. In questo caso sto parlando del Premio speciale Bper Banca alla sestina di finalisti dello Strega, a ciascuno dei quali andrà, per il terzo anno consecutivo, una scultura realizzata da un giovane artista vincitore di un concorso fra tutte le Accademie statali di Belle Arti italiane. Si tratta -ha spiegato Amodeo – di un riconoscimento che vuole sintetizzare il rapporto tra diverse forme espressive, favorendo una contaminazione culturale tra arti visive e letteratura. Relegati in un'economia di confinamento, nel pieno di una crisi simmetrica alimentata da focolai epidemici poi trasformati in focolai finanziari, vivremo un secondo dopoguerra dove il contributo della rinascita culturale prenderà spunto, ancora una volta, da quegli 'Amici della domenica' che, in quella che Pavese definì la 'casa amica', riuscirono a dare corpo a una narrativa contemporanea quale fedele specchio del tempo".

Sono stati quindi illustrati i progetti e le altre collaborazioni di questa edizione del Premio. L’immagine che accompagna la LXXIV edizione del Premio Strega quest’anno è stata realizzata da Emiliano Ponzi, tra i più importanti disegnatori contemporanei, che ha immaginato, pur in continuità con l’urna disegnata da Mino Maccari nel 1947, una nuova Strega e un diverso rapporto di equilibrio con la Musa. L’illustrazione s’inserisce nel solco di un progetto inaugurato in occasione della settantesima edizione da Manuele Fior e proseguito da Franco Matticchio, Riccardo Guasco e Alessandro Baronciani.

Roma Lazio Film Commission ha dato vita al progetto 'L’immagine stregata – Schermi e storie', coordinato da Giorgio Nisini, finalizzato alla promozione della connessione fra l’audiovisivo e la letteratura, in particolare fra gli scrittori del Premio Strega e i produttori, gli autori, e i registi audiovisivi. Nell’area dedicata del sito saranno pubblicati i video di presentazione degli autori candidati e finalisti al Premio Strega, realizzati con il desiderio di raccontare le opere in gara in chiave di immagini e suggestioni per il piccolo e grande schermo e per la serialità.

È in corso l’aggiornamento del 'Tesoro della lingua della narrativa italiana del Novecento e contemporanea', un database che consente lo studio e la ricerca lessicografica su 100 libri tra quelli che hanno concorso e vinto il Premio Strega tra il 1947 e il 2006. Il Primo tesoro, voluto da Tullio De Mauro, è stato completato nel 2007 e distribuito su DVD-Rom dalla casa editrice Utet. L’aggiornamento è realizzato in collaborazione con FuisFederazione Unitaria Italiana Scrittori e sarà completato entro il 2020. Fornirà agli studiosi un corpus più ampio, aggiungendo la lemmatizzazione dei testi vincitori dal 2007 al 2019, e open source, poiché sarà disponibile sul sito della Fondazione Bellonci.

'Operazione Strega' è un progetto di Modestina Cedola, blogger, e Francesco Spiedo, scrittore, che raccoglie i dati relativi alle 73+1 edizioni del Premio Strega e ne tira fuori classifiche, curiosità, particolari relativi agli autori, agli editori, ai libri vincitori. Un viaggio statistico che analizza i dati di circa 900 partecipanti e li mette in relazione alle centinaia di finalisti cercando una regola al premio letterario più chiacchierato d'Italia, cercando il vincitore ideale, il testo più stregabile.

L’edizione 2020 di 'Strega OFF Express' sarà un’edizione speciale e itinerante che vedrà l’urna OFF viaggiare per più di una settimana tra le librerie indipendenti di Roma. Dal 17 al 25 giugno, 'Strega OFF' torna a dar voce al pubblico dei lettori che, tra un caffè e un aperitivo, potrà votare il proprio preferito tra i libri della sestina finalista. Come sempre il voto del pubblico (insieme a quello di riviste letterarie e culturali selezionate) andrà a formare il voto di 'Strega OFF', che contribuirà a eleggere il vincitore del Premio Strega. Le librerie coinvolte sono: Altroquando, Tuba, Giufà, Bookish, Tomo, Tra le Righe, Pagina 272, Bookstorie, Testaccio, Tlon, Trastevere, Passaparola.

L’edizione 2020 del Premio è solidale e attenta all’ambiente. Nell’anno in cui ci accorgiamo che l’uomo ha messo a repentaglio la salute dell’intero pianeta, nasce la collaborazione con Wami – Water with a Mission, una startup che realizza progetti idrici in comunità che non hanno accesso all’acqua potabile, attraverso la vendita di acqua minerale in lattina d’alluminio, il materiale più circolare: riciclabile all’infinito, con una percentuale di riciclo in Italia che supera l’80%. Abbiamo scelto simbolicamente di donare 66.000 litri d’acqua, 100 litri per ognuno dei 660 voti espressi.

Queste infine le tappe del mini Strega Tour che vedranno gli autori finalisti impegnati in incontri con il pubblico: 18 giugno a Paestum, nella Zona archeologica; 19 giugno a Benevento, città del Liquore Strega, nel Teatro Romano; il 20 giugno a San Benedetto del Tronto, nella Palazzina Azzurra; il 21 giugno a Cervo, per la settima edizione di Cervo ti Strega, in Piazza S. Giovanni, e il 22 giugno a Parma, Capitale italiana della cultura 2020/2021. Il Premio Strega 2020 è promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e da Liquore Strega con il contributo della Camera di Commercio di Roma e in collaborazione con Bper Banca.