Conto corrente salato? C’è la "carta conto"

I costi di gestione dei conti bancari continuano ad aumentare

gli utenti cercano così alternative per abbattere le spese.

La soluzione può essere sostituire il conto corrente con una “carta conto” prepagata

in grado di svolgere le stesse funzioni, ma con il vantaggio di essere a costo zero

Si tratta di carte prepagate dotate di iban

simili ai bancomat o alle carte di credito, ma non associate a un conto corrente bancario

Una carta conto può essere ricaricata tramite bonifico e, grazie alla presenza dell’iban, permette anche operazioni come l’accredito dello stipendio o la domiciliazione delle bollette.

Ovviamente sono poi abilitate al prelievo di contanti dagli ATM nel territorio nazionale e all’estero,

agli acquisti online e negli esercizi commerciali muniti di pos.

Nella scelta bisogna assicurarsi che le carte siano a costo zero per quanto riguarda canone, emissione, ricariche e senza commissioni sui prelievi in Italia e all'estero

In più si aggiungono altri fattori come l'esistenza di un'app che ne faciliti la gestione, anche inviando notifiche push in tempo reale, e la compatibilità con sistemi di pagamento via mobile più diffusi.