Contrabbando di eroina dal Pakistan: coppia rischia la pena di morte

contrabbando eroina pakistan

Mohammed Tahir Ayaz, 26 anni, e la moglie Ikra Hussain, 20 anni, hanno tentato di contrabbandare eroina dal Pakistan: per questo motivo rischiano di subire la pena di morte. Le autorità pakistane, infatti, hanno arrestato la coppia britannica all’aeroporto internazionale di Sialkot mentre tentavano di viaggiare nel Regno Unito via Dubai. L’ASF (Airport Security Force) avrebbe trovato nei loro bagagli oltre 24 chilogrammi di eroina cuciti in vestiti femminili. Le leggi del posto sono molto severe sul traffico di droga.

Contrabbando di eroina dal Pakistan

La coppia britannica, residente a Huddersfield, nel West Yorkshire, aveva prenotato un volo con la compagnia Emirates Airline (EK 621) in partenza giovedì scorso (19 settembre) per raggiungere il Regno Unito. Tuttavia, le autorità dell’ASF avrebbero trovato dell’eroina cucita in abiti femminili: la coppia tentava il contrabbando dal Pakistan. Gli oltre 24 chilogrammi sono stati consegnati alle Forze Anti-Narcotici che si occuperanno di effettuare ulteriori indagini. Il costo dell’eroina sequestrata è stimato intorno ai due milioni di dollari sul mercato internazionale. Si attendono gli accertamenti sul caso.

La legge in Pakistan

Il traffico di droga in Pakistan è punito severamente: la legge, infatti, prevede la pena di morte o l’arresto delle persone ritenute colpevoli. Un portavoce del Ministero degli Esteri, tuttavia, ha chiarito che sono in corso gli accertamenti sul caso e si ricercano ulteriori informazioni dalle autorità pakistane. La coppia britannica rischia la pena di morte.