Contributi Covid a condannati per mafia: scoperti 19 imprenditori

·1 minuto per la lettura
featured 1399327
featured 1399327

Milano, 24 giu. (askanews) – Erano stati condannati per mafia o sottoposti a interdittiva antimafia ma erano riusciti comunque ad accedere ai contributi economici Covid stanziati dal governo per il sostegno delle imprese e dei lavoratori autonomi. A scoprire i 19 imprenditori della provincia di Catania è stata la Guardia di Finanza:fra il 2020 e il 2021 avevano chiesto e ottenuto il “contributo a fondo perduto”, previsto dalla normativa nazionale per favorire la ripresa economica nel periodo dell’emergenza sanitaria.

Un contributo a cui gli imprenditori, di diversi settori fra cui ristorazione, immobiliare e trasporti, non potevano accedere in quanto condannati, con sentenza definitiva, per il reato di associazione a delinquere di tipo mafioso o, comunque, già colpiti da interdittiva antimafia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli