Contributo di solidarietà, Patuanelli: "Bollette più care per colpa di destra e Italia Viva"

·1 minuto per la lettura

"La morale è che, per una scelta della destra, che comprende Italia viva, le bollette saranno più care". Così il ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli interpellato in merito a presunte spaccature del M5S sulla proposta del contributo di solidarietà, poi archiviata dal governo, per abbassare le tariffe dell'energia elettrica e del gas. "In Cdm sono intervenuto solo io - sottolinea - E in cabina di regia, con Laura Castelli, abbiamo detto che non volevamo modifiche strutturali al difficile accordo che era stato raggiunto. Quando poi il presidente Draghi ha proposto un contributo di solidarietà, che non significava una nuova tassa o un aumento di imposte, ma l'attuazione del taglio fiscale rimandata di un anno per i redditi sopra i 75mila euro, ho detto a nome del Movimento che eravamo favorevoli a destinare queste risorse al taglio delle bollette. Dopodiché il presidente ha cambiato idea". La morale è che, per una scelta della destra, che comprende Italia viva, le bollette saranno più care", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli