Contro il caro-libri, al via mercatini dell'Unione studenti

Red/Nav

Roma, 4 set. (askanews) - Come ogni anno, in settembre studenti e famiglie si trovano di fronte alle ingenti spese per i libri ed il materiale scolastico: si parla di 470€ a studente solo per i libri, importo che per nelle classi prime dei licei, sommato alle spese per tutto il corredo scolastico, raggiunge l'esorbitante cifra di 1.200€, con un aumento del 3% rispetto all'anno passato (Dati Federconsumatori).

Per far fronte a queste spese, gli studenti in tutto il paese si stanno organizzando per scambiarsi i libri usati, come dichiara Giulia Biazzo, coordinatrice nazionale dell'Unione degli Studenti: "Il costo dei libri e del materiale scolastico è uno dei principali ostacoli al diritto allo studio, proprio per questo molti studenti sono costretti ad abbandonare la scuola, parliamo del 15% dei giovani italiani, una percentuale inaccettabile. Molti di noi poi, per non abbandonare la scuola sono costretti a frequentarla senza tutti i libri, oppure a lavorare per pagarseli togliendo tempo allo studio." (Segue)