Contro il femminicidio, in Turchia un muro con 440 paia di scarpe

webinfo@adnkronos.com

In una delle zone più trafficate di Istanbul è stato eretto un alto muro grigio su cui sono state inchiodate 440 paia di scarpe da donna. Le immagini dell'opera d'arte dell'artista turco Vahit Tuna hanno fatto il giro del mondo, suscitando l'attenzione di molti. 

L'istallazione colpisce per la maestosità e l'effetto ipnotico prodotto dalle scarpe distribuite sul muro in perfetto ordine, ma ferisce quando si scopre cosa quelle scarpe simboleggiano.  

Sul proprio profilo Instagram l'autore ha spiegato la propria opera, intitolata "senza nome", con poche parole: "Solo 440 donne sono state uccise dagli uomini in Turchia nel 2018". 

Ogni paio di scarpe rappresenta una vittima di femminicidio, così il muro si trasforma in un grido di dolore che vuole dare la misura della gravità del fenomeno.