Controllo sicurezza in aeroporto: tutte le novità di Milano e Roma

controllo sicurezza aeroporto

La tecnologia svolgerà un ruolo di primo piano nelle nuove misure introdotte per il controllo per la sicurezza in aeroporto. Secondo le recenti modifiche, infatti, si prevede un miglioramento delle procedure in continuità con la politica serrata seguita agli attentati dell’11 settembre del 2001. Ciò che però doveva essere una novità si è rivelato in realtà un ritorno al passato con procedure lente e poco agili. Tra le novità di spicco, all’aeroporto meneghino sono stati introdotti il riconoscimento facciale e la Tac al bagaglio.

Controllo sicurezza in aeroporto: novità

L’aeroporto di Malpensa a Milano è stato il primo a introdurre le recenti modifiche per il controllo di sicurezza sui bagagli. Saranno presenti allo scalo non più gli uomini in divisa per il controllo valigie, ma una sorta di procedura automatizzata andrà a sostituire il lavoro umano. Si tratta dei cosiddetti smart security che uniranno tecnologia e velocità permettendo di analizzare 250 passeggeri con i relativi bagagli ogni ora. L’investimento è stato di 17 milioni di euro.

L’aeroporto di Linate, invece, introdurrà entro la prossima estate l’Eds-Cb (explosives detection systems for cabin baggage). Questo dispositivo, una sorta di Tac per i bagagli, permetterà di esaminare con cura il contenuto delle valigie rilevando anche la minima percentuale di esplosivo che potrebbe celarsi all’interno. Inoltre, con questa tecnologia i passeggeri potranno portare con sé i flaconi di liquidi o creme senza la necessità di estrarli al momento del controllo. Stesso discorso anche per i dispositivi elettronici. Malpensa, per ottenere questo particolare sistema, dovrà invece attendere la fine del 2020.

Con il frictionless journey non sarà più necessario mostrare i documenti di identità al momento del check-in: i passeggeri verranno riconosciuti con uno screening automatico. Questo investimento è invece di 21 milioni di euro e permetterà un accesso più snello ai voli grazie a un sistema biometrico che assocerà i volti alle identità delle persone.

Ulteriore novità è poi il self bag drop, ovvero l’etichettamento del bagaglio in autonomia al terminal subito dopo il check in online. In caso di peso maggiore rispetto ai limiti imposti, verrà disposta una macchinetta per pagare l’importo di differenza. Il terminal 2 di Malpensa adotterà la novità dal prossimo 2020.

L’app Sea Milan Airport

Un’altra curiosa e interessante novità che approderà negli scali milanesi riguarda il lancio dell’applicazione Sea Milan Airport che indicherà ai passeggeri giunti all’aeroporto la via più breve per l’imbarco. In questo senso, però, si potrebbero riscontrare dei problemi relativi alla cybersecurity e all’accesso ai dati personali, oltre agli hackeraggi aeroportuali.

L’aeroporto di Fiumicino

Anche Roma si sta adeguando al progresso tecnologico: all’aeroporto Fiumicino sarà possibile imbarcarsi sui voli Klm Roma-Amsterdam senza mostrare il documento di identità e il biglietto. Come già spiegato per gli scali milanesi, anche nella capitale attraverso il sistema biometrico i tratti del volto verranno riconosciuti e associati all’identità dei passeggeri. A breve potrebbero inoltre comparire nuove ulteriori sorprese.